Tu sei qui: Home Notizie Mondo Open Access: gli editori predatori

Mondo Open Access: gli editori predatori

Jeffrey Beall nel suo blog Scholarly Open Access ha pubblicato la versione 2013 della Lista degli editori “predatori”  che elenca editori di dubbia reputazione e discutibili “periodici indipendenti”

<Questa lista, che smaschera falsi editori OA, ha lo scopo di informare i ricercatori per permettere loro di evitare di sottomettere articoli o saggi a un tipo di editoria che solo apparentemente è scientifica. Questi editori strumentalizzano l'accesso aperto,  mancano di qualsiasi affidabilità e operano con lo scopo di lucro, chiedendo denaro agli autori e pubblicando senza un minimo di revisione scientifica>

ripreso da un articolo di Antonella De Robbio su il Bo

leggi l'intero articolo

Azioni sul documento
archiviato sotto:


chiedi